Tiziano indagini sulla pittura – Andrea Donati

Etgraphiae, Roma, 2016

 

Andrea Donati
ISBN 978-88-99680-04-6

Come dipingeva Tiziano? Quale forza creativa ispirava il suo pennello? Perché tornava a distanza di tempo sullo stesso soggetto? Quale differenza c’è tra una replica e una copia? Questo libro tenta di rispondere ad alcune domande essenziali.
Chiunque si avvicini alla pittura di Tiziano e voglia scoprirne il significato, deve fare i conti con una moltitudine di varianti, che esigono una spiegazione. Alcune di queste si rivelano opere autentiche di Tiziano e aiutano a comprendere il suo percorso artistico. Scrutare l’operato del maestro dentro l’officina di Biri Grande richiede prima di tutto un esercizio critico dal vero. Le indagini diagnostiche, storiche e documentarie sulla pittura completano il quadro dentro cui si muove questa ricerca.
Il libro si concentra su quattro casi significativi, che consentono di osservare in dettaglio l’ampio spettro della carriera di Tiziano. Nei primi tre saggi, dedicati alla Deposizione di Gesù nel sepolcro, al Tributo della moneta, alla Salomè e Giuditta, emergono a tutto campo la questione delle varianti e le relazioni con Filippo II. L’ermeneutica dimostra che l’artista poteva cambiare le invenzioni a seconda dei momenti e dei clienti. Il quarto e ultimo saggio è dedicato ai ritratti Acquaviva d’Aragona, con cui Tiziano e Venezia intrattennero rapporti nel corso del Cinquecento, anche quando il ramo principale della potente famiglia napoletana fu esiliato in Francia.

 

Scheda
TIZIANO – Indagini sulla pittura
Autore: Andrea Donati
Editore: etgraphiae
Confezione: Brossura cucita – pp. 192 ill. colore e b/n – cm 24×30
ISBN: 978-88-99680-04-6
prezzo: € 48,00
per ordini: etgraphiae@gmail.com